Milo Infante

blog personale

Il fatto del giorno

Neonato senza gambe e un braccio I genitori lo abbandonano

Prima di abbandonarlo ci hanno pensato due giorni, poi hanno deciso: no, quel neonato,  figlio loro ma nato senza le gambe e un braccio proprio non lo volevano, meglio lasciarlo al suo destino. Meglio lasciarlo in ospedale, senza neanche un nome e chissà, forse è meglio così. Accade all’ospedale San Donato di Arezzo, un parto senza alcuna difficoltà, nessuna conseguenza per la madre e per il nascituro. Salvo il fatto che, per una rara sindrome, le gambe e un braccio non si sono sviluppati.

La vita per il neonato, che le infermiere hanno deciso si chiamerà Francesco, come il Papa, ha già mostrato il peggio che poteva riservargli, facendogli scoprire nelle sue prime ore non tanto e non solo il dolore fisico quanto la crudeltà dei suoi genitori, del sua papà e della sua mamma, che dopo averlo messo al mondo l’hanno abbandonato al suo destino. E meno male che la rupe di Sparta gli è stata risparmiata.

Dei genitori si sa poco, se non che sono due stranieri. Delle menomazioni del piccolo non sapevano nulla, per loro sicuramente è stato uno shock terribile scoprire che il loro bambino soffriva di una patologia così grave. Ma nulla può giustificare la crudeltà che hanno poi dimostrato rifiutandolo.

L’unica consolazione, l’unica speranza, è che questo bimbo possa trovare presto una famiglia che lo sappia aiutare a crescere e a diventare un uomo felice a dispetto di quella sua diversità che nemmeno i suo genitori naturali hanno saputo accettare. Per il momento è stato affidato ad un istituto famiglia in attesa, come detto, che Francesco trovi finalmente un papà e una mamma che gli diano ciò che ad ogni bambino non dovrebbe mai essere negato.

 

1 commento

  1. Monica Paruzza - martedì, 4 giugno 2013, 08:35 pm

    Può una vita essere inutile? No, è sempre preziosa, soprattutto questa, perché ci può insegnare moltissimo: l’amore per i più deboli, la pazienza nelle difficoltà, la gratitudine per ciò che Dio ci ha donato, la disponibilità verso gli altri. Un figlio è SEMPRE una meraviglia, e più esso ha bisogno di te più tu hai la possibilità di donare.

Lascia un commento

Ti preghiamo di mantenere i toni della discussione nei limiti di buona educazione e nitiquette